NAVIGAZIONE

 HOME
 NEWS
 ARCHIVIO NEWS
 ARCHIVIO TRASMISSIONI

 CERCA NELLE NEWS

Ci hai provato, non ci sei riuscita: l’Edilesse Conad retrocede in B1
Cicchetti Isernia-Edilesse Conad Reggio Emilia 3-1 (21-25, 26-24, 25-15, 25-20)


Cicchetti Isernia: Fiore 20, Poikela ne, Sesto 8, Cardona ne, De Caria ne, Spampinato (L), Di Franco 9, Cayir 10, Simone, Mengozzi 13, Della Corte 1, Saitta 5. All. Fant


Edilesse Conad Reggio Emilia: Luppi 11, Bakumovski 9, Barbareschi 13, Orduna 1, Paoletti 8, Tondo 6, Casadei 10, Dall’Olio, Goi (2° L) ne, Inserra 2, Ippolito, Peli (L). All. Conte


Arbitri: Frapiccini e Bartoloni


Durata: 27’, 34’, 26’, 29’. Tot. 1h56’


Note Isernia: ace 8, service error 12, muri 12, ricezione 66%, attacco 49%.


Note Reggio Emilia: ace 0, service error 20, muri 12, ricezione 67%, attacco 50%.





Ci ha provato sino all’ultimo, non c’ riuscita.


L’Edilesse Conad Reggio Emilia, dopo 4 anni consecutivi in serie A2, retrocede in serie B1 al termine di una stagione maledettamente complicata, sin dal principio.


Nella terza e decisiva gara di finale play-out ad Isernia, i ragazzi di Hugo Conte illudono i tifosi gialloneri di potercela fare, a portare questa serie quantomeno a gara-4 in programma al Pala Bigi.


E’ invece Isernia ad imporsi 3-1, lo stesso risultato di gara-2, il vero crocevia di una serie di finale vinta 3-0 dai molisani.


Eppure, come detto, Orduna e compagni avevano illuso tutti quanti di potercela fare, dopo aver vinto il primo parziale col punteggio di 25-21. Poi, il secondo set, quello che di fatto ha deciso tutto.


I gialloneri lottano, rimangono quasi sempre avanti nel punteggio ed hanno pure un set-ball a disposizione sul 23-24, ma vengono trafitti dalla classe di Fiore per il 26-24 Isernia che vale l’1-1.


E qui cambia tutto, con la squadra di Fant che fa malissimo dai 9 metri e l’Edilesse Conad che invece nel fondamentale non trova nulla (0 ace a dispetto di 20 errori).


Coach Conte prova a cambiare con l’ingresso di un positivo Casadei per Paoletti, ma non basta. Isernia porta a casa il set con un 25-15 che non ammette repliche e comanda sempre anche nel quarto, con Barbareschi che prova a riaprire tutto nel finale, senza riuscirci.


Il 25-20 che significa 3-1 la condanna definitiva alla retrocessione in B1. Con tanta amarezza, ma anche la consapevolezza di averci provato. Sino alla fine.

0 Comments
Posted on 30 Apr 2012 by Fabio Poncemi
Name:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 

| Forget Me

STUDIO VOLLEY NEWS

895