NAVIGAZIONE

 HOME
 NEWS
 ARCHIVIO NEWS
 ARCHIVIO TRASMISSIONI

 CERCA NELLE NEWS

Il sogno di Correggio si è Avverato
Hasta Volley Asti-C.S.C. Correggio 1-3 (25-23, 24-26, 19-25, 21-25)

Hasta Volley Asti: Rabezzana 2, Utelle, Fabbiani 20, Demichelis 1, Avalle ne, Guido 11, Saglimbene 10, Randi, Quaglieri (L), Vajra 10, Belzer 6, Lombardo ne. All. Giannitrapani

C.S.C. Correggio: Lancellotti 10, Romani 21, Astolfi 8, Panini ne, Sangiorgio 5, Cassandra 1, Bassoli 10, Raimondi 10, Donadio (L), Vaccari ne, Ligabue 2, Gandolfi. All. Astolfi

Arbitri: Guglielmoni e Cogliati

Durata: 27’, 31’, 26’, 27’. Tot. 1h51’

Note Asti: ace 2, service error 18, muri 7, ricezione 62%, attacco 46%.

Note Correggio: ace 5, service error 12, muri 10, ricezione 74%, attacco 51%.

Era tutto scritto.

Tutto scritto, dal primo giorno nel quale Paride Lugli e Claudio Fornaciari fondarono il Correggio Volley.

Era il lontano 1991, chi l’avrebbe mai detto che 21 anni dopo quella società sarebbe arrivata sino alla serie A2?

15 aprile 2012.

Il sogno si avvera, la C.S.C. Correggio sale in serie A2 con 3 turni d’anticipo, completando il trionfo con un epico successo per 3-1 in quel di Asti.

Una partita incredibile per una squadra incredibile. La C.S.C. Correggio capace di dominare una stagione condita da 21 successi su 23 gare di campionato, la C.S.C. di capitan Max Astolfi, genio e inventore di quel gioco che ha fatto innamorare tutta Italia.

La C.S.C. di Nicola Romani, l’uomo dell’ultimo pallone di Asti nella sua ultima stagione a Correggio. L’ha annunciato, con le lacrime agli occhi, proprio nella notte di Asti, che tornerà a casa per stare assieme alla sua Veronica, che gli regalerà un figlio quest’estate.

Come Diego Gandolfi, che sarà padre tra poche settimane e ha dato l’anima ogni giorno delle sue due straordinarie stagioni a Correggio.

Matteo Lancellotti e la sua commozione a fine gara, davanti agli occhi della famiglia intera corso a vedere la sua gara più bella. Poi c’è Davide Bassoli e il suo straordinario ritorno a Correggio, tre anni dopo la prima avventura che portò la C.S.C. ai play-off.

Giampaolo Cassandra, meraviglioso protagonista della notte di Asti con la sua battuta mortifera, lo stesso vale per Alessandro Ligabue, pazzo scatenato che scatena tuoni e fulmini dai 9 metri.

Ettore Panini e Samuele Vaccari, gli uomini del lavoro oscuro sempre pronti a diventare protagonisti della stagione più bella della storia di Correggio.

E poi, come non citare Riccardo Sangiorgio e il suo straordinario ritorno a Correggio, convinto da compagni, tecnici e dirigenti che volevano tutta la sua classe al servizio della C.S.C., per portarla sino in serie A.

Riccardo Raimondi, semplicemente la bandiera del Correggio Volley, con le sue 8 stagioni consecutive in rossoblu, e quel Fabio Donadio che ad inizio stagione annunciò: “Sono venuto a Correggio per vincere” –ha mantenuto la parola, eccome.

Colui che ha meritato più di tutti di vivere questo trionfo però è stato lui, coach Gianfranco Astolfi.

Non poteva esserci ad Asti, il professore del miracolo Correggio, collegato come capitato altre volte nelle ultime settimane via Skype per seguire i suoi ragazzi da un letto d’ospedale.

Straordinario, commovente, il momento nel quale tutti i ragazzi della C.S.C. sono volati a fine gara verso il pc collegato con il prof per salutarlo e gridarglielo a squarciagola: “Questa è per te prof”.

Sì, questa è la sua serie A e di tutto il meraviglioso gruppo del Correggio Volley.

0 Comments
Posted on 18 Apr 2012 by Fabio Poncemi
Name:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 

| Forget Me

STUDIO VOLLEY NEWS

14737